04/07/14

Il Giardino del Suono: The Soundgarden

Ri - pubblichiamo il post dedicato ai Soundgarden in occasione del loro passaggio in Italia, con il tour
celebrativo del ventennale dell'uscita di Superunknown, caposaldo del grunge a stelle e strisce e senza dubbio pilastro della discografia della band di Chris Cornell e soci. Allo scioglimento del gruppo nel 1997 è seguita una reunion nel 2010 e quest’estate, più rinvigoriti che mai, sono tornati con il tour che vede un'altra band culto per Interzone accompagnarli in giro per l'Europa: i Wolfmother, australiani guidati da Andrew Stockdale. Il post era incentrato su Live on I5, disco live del 2011, ma questa è l'occasione per riascoltare la riedizione di Superunknown, rimasterizzato e mixato in Blu- Ray e che contiene demo, b-sides, registrazioni delle prove.

SEATTLE - 1991

"Correva voce che se giravi per strada con una chitarra riuscivi a trovare un contratto discografico prima di aver percorso cinque isolati"..





A Sound Garden - Scultura - Seattle

Mai piaciuta l'estetica da uomo dei boschi: Doc Martens,camicie di flanella a quadro di seconda mano, berrettino da baseball.. Ma alla fine degli anni '80 alcuni gruppi Deep Six, (cosi erano conosciuti i musicisti locali prima che Seattle finisse sotto i riflettori e la stampa ebbe coniato il termine Grunge) avrebbe cambiato la storia, in uno degli ultimi periodi veramente creativo, del R'n'R. Proprio i Nirvana e i Pearl Jam avevano venduto milioni di dischi in un arco di tempo brevissimo, diventando milionari, perchè non i Soundgarden? I Soundgarden mi hanno accompagnato per tutto un decennio e però c'entravano col grunge tanto quanto c'entravano con la musica dance. E' metallo? Punk? Hard rock,punk, psichedelia  oscura, in un tutt'uno più potente e duro di ciascuno dei singoli elementi. Hanno uno zoccolo duro di fans, non sono mai stati accessibili quanto altre formazioni a loro contemporanee, avendo avuto innumerevoli opportunità per allargare il consenso. Riservati nel curare la loro immagine pubblica, scomparivano tra un disco e l'altro, attratti da quella dimensione privata che a volte  tanto affascina. Lo scioglimento nel '97, Cornell vuole virare verso un suono più pop, tenta la carriera solista con tre album che non lasciano il segno, entra negli Audioslave con gli ex Rage Against the Machine, gli altri componenti partecipano a varie collaborazione, Matt Cameron entra stabilmente nei Pearl Jam, che nel frattempo hanno conquistato il mondo. Ora la reunion, con la pubblicazione di Live on I5, con registrazioni del tour del '96, un.."divino spettacolo selvaggio", con una scaletta perfetta di furia e metallo e un Chris Cornell in tutto il suo ambiguo splendore.

"..hard headed fuck you all!!"












Superunknown - 20th Anniversary Super Deluxe Edition
Live on I5
Soundgarden Discografia rar